A volte avvengono dei casi, che possono dividere le persone o i popoli, oppure all'incontrario ci sono dei casi che possono farle unire o riavvicinarle per condividere fatti avvenuti o ricordi passati.

E' quanto è avvenuto il 10 Aprile presso l'aeroporto USAF di Aviano in occasione della commemorazione del soldato addetto agli armamenti Nicholas Nadeja, caduto il 4 Aprile sulle nostre montagne.

Una cerimonia forte, piena di significati e momenti commoventi, alla quale il Soccorso Alpino di Pordenone è stato 140410-F-KG119-057invitato a partecipare come Corpo competente le operazioni di recupero del soldato caduto. Dopo la cerimonia il Generale Comandante ha incontrato una rappresentanza del CNSAS di Pordenone per condividere un momento di ricordi e fatti avvenuti. Al Comandante e al suo Staff sono stati consegnati dei documenti storici, una foto che risale al 1961 e il rapportino informativo, relativo ad un soccorso di un'alpinista caduto sul monte Duranno, sul quale è riportato che per il recupero è stato impiegato un elicottero SIKORSKY SH 34 della Base USAF, che in questo caso è stato il primo soccorso fatto in Italia, con elicottero in montagna. I documenti riportano date importanti che vanno dal 1961 al 1970. Sette sono stai gli interventi con l'impiego degli elicotteri USAF: il primo del 1961 ha impegnato gli equipaggi per 11 ore con quattro voli, il secondo del 1964 è relativo di un'alpinista sopra Cimolais, il terzo nel 1966 per il salvataggio di un'alpinista nella zona di Claut, il quarto nel 1968 per le operazioni di ricerca di una donna scomparsa vicino a Dardago, il quinto nel 1969 per le operazioni di recupero di due alpinisti Tedeschi sul Campanile di Val Montanaia, il sesto sempre nel 1969 per la ricerca di alpinista sul Monte Cavallo, e l'ultimo nel 1970 per il salvataggio di un'alpinista sul Monte Pramaggiore. Il documento redatto dal Delegato del Soccorso Alpino dice : “ In tutti questi interventi fa spicco l'immediatezza dell'azione dei mezzi aerei, non appena questi sono stati richiesti e grande ammirazione hanno sempre destato negli uomini del Soccorso Alpino, gli equipaggi degli elicotteri, per la loro impareggiabile abilità e arditezza nel condurre i mezzi aerei in un ambiente particolarmente difficile qual'è la montagna, spesso reso infido dalle particolarità atmosferiche. Nella mia qualità di Delegato della 1^ zona del Corpo Nazionale Soccorso Alpino del CAI sento il dovere di rivolgere un particolare ringraziamento al Comando della Base aerea Americana di Aviano, con preghiera di partecipare la mia riconoscenza e quella di tutti gli uomini del Soccorso Alpino, gli equipaggi dei mezzi aerei che hanno preso parte alle su citate azioni di Soccorso. “ il Delegato di 1^ zona Cav. Cirillo Floreanini, Tolmezzo, 10 Ottobre 1970. Questo documento e le foto hanno suscitato particolare interesse da parte del Comandante, che ha dato disposizione allo Staff di fare in modo che vengano posti in evidenza nella sala conferenze della Base. A sua volta il Generale, ad ognuno dei presenti del CNSAS ha donato la medaglia dell'amicizia.

Sgobaro Roberto CNSAS Pordenone

C.N.S.A.S. Servizio Regionale Friuli Venezia Giulia - C.P. 19, 33010 Osoppo (UD) C.F. 93008660305 - ..:: Layout dk2011 ::..