Si chiamava Cecilia Hilbert, nata nel 1952 a Vipiteno e residente a Coseano, la escursionista scivolata lungo la discesa dal sentiero del monte Plauris questo pomeriggio. I tecnici del Soccorso Alpino di Gemona l'hanno trasportata per 400 metri di dislivello con la barella e le lampade frontali a Casera Ungarina, dove la salma ha proseguito il rientro con un automezzo. La donna era in compagnia di

altri quattro compagni di gita e al momento della caduta si trovava per ultima dietro agli altri. I compagni hanno sentito il rumore della ghiaia smossa dallo scivolone, ma non l’hanno vista cadere. La donna è ruzzolata per una trentina di metri lungo il pendio di erba e sassi. Melania Lunazzi

--
Intorno alle 16 una donna è scivolata scendendo lungo il sentiero 702 del Monte Plauris, a quota 1600 di altitudine, lungo il versante sud che affaccia su Casera Ungarina. La donna, che si trovava in una comitiva di otto persone, ha perso la vita sul colpo. Sul posto sono intervenuti l elicottero del 118 e, in un secondo tempo quello della protezione civile. Il personale medico del 118 non ha potuto far altro che constatare il.decesso della escursionista. I tecnici del Soccorso Alpino della stazione di Gemona stanno attendendo il nulla osta del magistrato per rimuovere la salma. Quest'ultima verra' probabilmente trasportata per 400 metri.di dislivello fino a casera Ungarina a braccia con la barella del Soccorso alpino e da lì caricata sul furgone per essere condotta a valle. Sul.posto anche carabinieri e guardia di finanza di Tolmezzo. Melania Lunazzi

C.N.S.A.S. Servizio Regionale Friuli Venezia Giulia - C.P. 19, 33010 Osoppo (UD) C.F. 93008660305 - ..:: Layout dk2011 ::..