Questo pomeriggio attorno alle 15.30 il Soccorso Alpino della Valcellina è stato allertato per una richiesta di aiuto sul Monte Frugna, nel Gruppo del Col Nudo, in Comune di Claut(PN), sopra la Val Chialedina. L’allarme è stato lanciato al 118 da tre escursionisti di Mestre (VE), due donne e un uomo, che hanno dichiarato di trovarsi bloccati ad una quota di

circa 1850 metri, poco sotto la cima del monte stesso che avevano precedentemente raggiunto senza difficoltà. I tre escursionisti si sono trovati impossibilitati nel ritrovare il percorso di discesa per rientrare, dato che la cima era avvolta da una coltre di nuvole basse e per non rischiare di perdersi o peggio di cadere nei tratti esposti hanno deciso di fermarsi in un punto sicuro. A causa della scarsa visibilità e anche per l’approssimarsi del buio, l’elicottero della Protezione Civile non ha potuto effettuare un volo di sopralluogo sul monte. D’altra parte, dato l’ambiente impervio e selvaggio della dorsale e della cresta finali e data l’assenza di una vera e propria traccia di sentiero oltre la quota di Forcella Frugna (1570 metri) - il sentiero CAI 902, regolarmente segnato, arriva solamente fino a Forcella Frugna - si è preferito non muovere nemmeno le squadre di soccorso di terra, che avrebbero potuto esporsi a dei rischi vista la mancanza di visibilità. Con i tre escursionisti in un primo tempo c’era anche il padre di due di loro, il quale però aveva deciso di fermarsi a Casera Frugna e di attenderli lì. L’uomo ad una certa ora è sceso autonomamente a valle ed è stato informato dai soccorritori della situazione. La situazione è comunque sotto controllo. Gli escursionisti, tutti adulti, si sono accordati con le squadre di soccorso - l’ultimo contatto è avvenuto telefonicamente attorno alle 18 - per trascorrere la notte all’addiaccio e in un punto sicuro della dorsale del Monte Frugna, dopo aver rassicurato i tecnici sul fatto di disporre di vestiario sufficiente e di buone condizioni psicofisiche. Domattina le condizioni meteorologiche saranno buone e l’elicottero del 118 potrà recuperare le tre persone a partire dalle 7.30. Melania Lunazzi

C.N.S.A.S. Servizio Regionale Friuli Venezia Giulia - C.P. 19, 33010 Osoppo (UD) C.F. 93008660305 - ..:: Layout dk2011 ::..