valorizzazione cnsas fvg 2017
 
Soddisfazione e compiacimento da parte di tutti i partecipanti alla presentazione della Legge Regionale 24 del 2017 Disposizioni per la valorizzazione e il potenziamento del Soccorso Alpino tenutasi sabato 22 luglio presso l’Auditorium della Regione FVG. Più di cento i tecnici del CNSAS presenti in aula, provenienti da tutte e tredici le stazioni alpine e speleologiche, con la partecipazione di alcuni rappresentanti della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale, della Polizia di Stato e dei Carabinieri. “Questa legge - così il Presidente del CNSAS Nazionale Maurizio Dellantonio, preceduto dall’accorato saluto del Presidente del CNSAS FVG Vladimiro Todesco - ha restituito una giusta portata alla nostra attività collocandola in una posizione armoniosa con il territorio; ha portato un giusto riconoscimento al lavoro che portiamo avanti da sessant'anni in silenzio; vorremmo anche che fosse un segnale verso i giovani, che facciamo fatica a tirare dalla nostra parte: i giovani sono fondamentali in una organizzazione che fa della prestanza fisica e della capacità tecnica una componente essenziale”.

“Applaudo a questa legge - così il Presidente del CAI regionale Silverio Giurgevic - perché gli utenti della montagna ne avranno sicuro beneficio, anche se introduce profili di responsabilità - che sono a mio avviso equi e generosi. La regione ha mostrato in questo modo un interesse particolare per il territorio e un interesse sociale”. “Ogni tanto - così Renzo Liva, consigliere regionale primo firmatario della legge - anche la politica mantiene le promesse. Il percorso di questa legge è stato costruito con umiltà, confrontandolo con quello di altre regioni, in primis il Veneto. E’ un provvedimento aperto verso il futuro, uno strumento che potrà evolvere e sono orgoglioso che sia stato approvato in consiglio regionale all’unanimità. Il CNSAS è ora inserito nel mondo della Sanità e nel processo di riforma di questa regione. Ci siamo avvalsi di un ragionamento che fa lavorare chi nei singoli settori lavora meglio, seguendo principi di trasparenza e semplificazione e senza tante convenzioni.”
Durante la presentazione Roberto Sgobaro, già capostazione di Pordenone e soccorritore storico, ha consegnato a Liva in omaggio un grande chiodo di legno di larice da lui realizzato, simbolico della stretta connessione tra il CNSAS e la regione FVG. Alla presentazione hanno preso parte anche Massimo Stroppa, dirigente della Direzione centrale risorse agricole, forestali e ittiche. Area foreste e territorio, che ha sottolineato la collaborazione con il Corpo forestale per la formazione congiunta e la partecipazione agli interventi per persone disperse e il neo-dirigente della Protezione Civile Fabio Di Bernardo L’illustrazione dei punti nodali della legge è stata esposta dal funzionario Matteo Albrizio e dal vicepresidente CNSAS Sergio Buricelli, che ne hanno sottolineato alcuni aspetti quali il coordinamento integrato delle attività del CNSAS, la certezza del controllo della spesa; la semplificazione dell’accordo multilaterale tra diversi soggetti; il tentativo di aumentare la consapevolezza del pericolo in chi va in montagna distinguendo tra elisoccorso sanitario e non sanitario.
Melania Lunazzi Addetta Stampa CNSAS FVG
 
 
 
valorizzazione cnsas fvg 2017 2
C.N.S.A.S. Servizio Regionale Friuli Venezia Giulia - C.P. 19, 33010 Osoppo (UD) C.F. 93008660305 - ..:: Layout dk2011 ::..