La prevenzione parte dalle scuole:

 Pubblicato sul Gazzettino il 02-03-2012

di Sgobaro Roberto

Non ci stancheremo mai di dare tutte le raccomandazioni sulla prevenzione e la preparazione di una gita, sia essa estiva che invernale.

Con questa premessa, il Soccorso Alpino di Pordenone sabato 25 febbraio ha avuto un interessante incontro con le scuole elementari di Sacile.

Incontro voluto ed organizzato dalla scuole appunto di Sacile e dal CAI di Pordenone, che ha ritenuto coinvolgere, per gli argomenti da trattare, il CNSAS Stazione di Pordenone.

In zona Pian delle More sono stati preparati due campi per la ricerca in valanga, sia per la ricerca con ARTVA che con la unità cinofila.

Ma prima abbiamo voluto iniziare con alcune premesse: come fare lo zaino, che deve essere di dimensioni giuste, ben fermo sulle spalle e senza fronzoli appesi fuori che rischierebbero di impigliarsi e di sbilanciare il nostro cammino.

Come vestirsi in maniera adeguata, con il criterio degli indumenti sovrapposti e dotarsi di una giacca esterna impermeabile e traspirante e un cambio asciutto da conservare in sacchetto impermeabile, utile e prezioso per cambiare indumenti bagnati per evitare pericolose perdite di calore corporeo.

Di portare un buon berretto, utile sia d'estate che d'inverno, ricordando che in montagna di troppo caldo non è morto nessuno ma di freddo si.

Di non indossare pantaloncini corti che sono più consoni alla spiaggia che alla montagna e usare abbigliamento dai colori vivaci che serve a farsi vedere in caso di difficoltà.

Poi le calzature, che rivestono un posto di prim'ordine, con suola scolpita, comode e robuste allo stesso tempo.

Questa attività ha suscitato molta curiosità, infatti tutti i ragazzi hanno voluto dire la loro in merito, hanno voluto spiegare come fare lo zaino, dove hanno incluso naturalmente anche panini e bibite.

Poi è stata la volta di KESA, il nostro cane da valanga e li c'è stata una vera parapiglia, chi voleva toccarlo chi chiedeva il suo nome e la razza e gli insegnanti che li accompagnavano hanno avuto un bel da fare per calmarli.

Dopo una breve descrizione ed illustrazione della Unità Cinofila, è stata fatta una dimostrazione di ricerca sulla neve, anche se in superficie ( vista la poca neve ) e comunque sempre di grande effetto visto la velocità con cui KESA ha ritrovato “ il disperso “

Infine è stato concesso un po' di divertimento con la ricerca con ARTVA.

Molti di loro però sapevano già di cosa si stesse  parlando, probabilmente l'argomento trattato sia dai media, sia dal sentito dire, ha destato molto interesse da parte dei ragazzi e tutti hanno voluto trovare il “travolto”

Poi un breve camminata verso la Baita le Roncjade dove li attendeva la merenda e dove con fare spigliato alcuni di loro hanno voluto ringraziarci con delle parole semplici ma efficaci, che ci hanno fatto capire di essere sulla strada giusta.

Invitiamo pertanto le scuole che ci leggono di fare altrettanto, contattandoci anche direttamente.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Capo stazione CNSAS Pordenone

 

C.N.S.A.S. Servizio Regionale Friuli Venezia Giulia - C.P. 19, 33010 Osoppo (UD) C.F. 93008660305 - ..:: Layout dk2011 ::..